videoclip “MA PERCHÈ SEI TIFOSO DELLA JUVE SE SEI DI NAPOLI?” (remix)

videoclip “MA PERCHÈ SEI TIFOSO DELLA JUVE SE SEI DI NAPOLI?” (remix)

9 Gennaio 2010: Napoli vs Juventus.

Per i meridionalisti, questa è la “madre” di tutte le partite.
È nata per questo una collaborazione tra il sottoscritto, meridionalista attivo, e la band (meridionalista) “L’ALTROPARLANTE”, nel segno di una comunicazione sociale cha ha portato alla realizzazione di una versione remix del brano “Ma perchè sei tifoso della Juve se sei di Napoli?” sulla quale è stato ricamato un video dal profondo significato storico-sociale, nel segno del recupero della nostra identità cancellata.

Un lavoro che non va interpretato male.
Il calciatore Quagliarella chiamato in causa in coincidenza con l’imminente partita del 9 Gennaio, appuntamento sul quale nasce la versione remix del brano, non è “bollato” come un traditore perchè i motivi del suo addio a Napoli sono noti e non attribuibili solo a lui, ma non gli si perdonano certe frasi irrispettose nei confronti dei tifosi, pronunciate nella polemica con la sua ex-dirigenza azzurra.
La questione storica trattata, infine, NON VUOLE INCITARE ALLA VIOLENZA ma pretendere il rispetto delle verità nascoste che molti Napoletani ancora non conoscono.
Prossimamente sarà on-line un video del brano originale in cui sarà trattata solo l’aspetto storico.

Come ci si può sentire davvero Napoletani quando, da napoletani di nascita, si fa il tifo per la Juventus, piuttosto che per il Milan o l’Inter? Si potrebbe obiettare e dire che lo sport è altra cosa e non riguarda l’identità di un popolo… che è semplicemente una scelta di cuore e nulla più. Ma non è così, perchè lo spirito di appartenenza ad un popolo è legata alla conoscenza del proprio passato e della propria storia. E quella dei Napoletani ha incrociato in un determinato periodo storico quella dei piemontesi, con conseguenze disastrose. Fu proprio Torino nel 1860 a decretare l’inizio della questione meridionale e delle tante questioni ancora tanto attuali e irrisolte: razzismo, pregiudizi, impoverimento dell’apparato finanziario e industriale, emigrazione e degrado sociale. Tutto questo passando per la repressione del patriottismo meridionale, chiamato a spregio “brigantaggio”, durante il quale furono fucilati, se non bruciati vivi nel sonno, circa un milione di uomini del sud che non accettarono l’invasione delle proprie terre.
“La storia insegna che i popoli non imparano nulla dalla storia”. È questo l’ncipit del video che stimola la curiosità e apre alle risposte che il video fornisce col suo dipanarsi. La traccia musicale è preceduta dalla voce di un vero Napoletano, Massimo Troisi, che dice con convinzione “io faccio il tifo per il Napoli”. Un tipico sorriso del grande e compianto attore avvia a degli scorci aerei di una bellissima Napoli, antica Capitale del Regno indipendente, intervallate da immagini di tifosi allo stadio San Paolo. Città simbolo del Sud invaso che è oggi invece grandissimo serbatoio di supporters delle squadre del nord, Juventus in primis.
Emblema di questo contrasto è il calciatore Fabio Quagliarella, notoriamente tifoso del Napoli, passato alla Juventus dopo aver vestito la maglia del cuore. Non è il cambio di casacca che è giudicabile per un professionista libero di fare le proprie scelte, ma la mancanza di rispetto per il suo popolo concretizzatasi con frasi irriverenti nei contenuti sin dal suo primo giorno juventino. Frasi proferite per contrasto con la sua vecchia dirigenza azzurra ma quanto mai irritanti nei confronti della gente di Napoli. Il vero “tradimento” è verbale, e attraverso questo è sottolineata la differenza tra l’attore, vero Napoletano simbolo della Napoletanità, e il giocatore napoletano neanche nelle parole.
“La storia insegna che i popoli non imparano nulla dalla storia”, dunque. È attraverso le figure di Vittorio Emanuele II e del Conte Cavour che si apre il discorso storico; i cospiratori del meridione, saccheggiatori delle finanze delle antiche Due Sicilie. Del re piemontese è la firma al decreto di fucilazione dei popoli meridionali in dieci anni di repressione e assoggettamento di una terra del sud messa a ferro e fuoco dai Reali Carabinieri e Bersaglieri, truppe piemontesi poi “imposte” all’Italia unita. Una nazione, una bandiera. La stessa che, guarda caso, campeggia sulle maglie di riserva della torinese Juventus, guarda caso squadra per cui fanno il tifo i discendenti di casa Savoia, dittatori di Napoli e del Sud.
Ecco qual è la colpa di un napoletano che tifa Juve, Milan o Inter. Così come quella di tutti i meridionali che fanno altrettanto. Gente che se mette piede al nord patisce offese dalla gente che sostiene. Può mai essere solo una questione sportiva?

Advertisements

One thought on “videoclip “MA PERCHÈ SEI TIFOSO DELLA JUVE SE SEI DI NAPOLI?” (remix)

  1. Pingback: Buffon: «Siamo ancora l’esercito di Franceschiello?» « il blog di Angelo Forgione – Movimento V.A.N.T.O.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...