Usa la testa, non le mani. Non trasformare la festa in tragedia!

Angelo Forgione Le indicazioni sono sempre più confortanti. I bollettini di guerra della notte di Capodanno fanno registrare miglioramenti di anno in anno. Merito soprattutto dei controlli ma anche della lenta penetrazione di una sensibilità rispetto alla pericolosità di certi ordigni illegali, perché di questo si tratta. Certo, ai proiettili vaganti fatti esplodere dalle mani armate dei criminali non c’è rimedio, ma laddove si può operare i miglioramenti sono evidenti: lo scorso anno non si registrarono vittime, anche se vi furono “solo” 350 feriti.
Ripropongo anche quest’anno una foto già mostrata negli anni scorsi e che ha la capacità di invadere in modo virale il web. È la mano di un giovane settentrionale di 22 anni, vittima di un incidente da esplosione accidentale di fuochi d’artificio nella notte del 29 dicembre 2010. La mano fu amputata al polso presso il Policlinico “G.B. Rossi” di Verona. La realtà cruda, seppur cruenta, è l’unico vero deterrente contro l’ignoranza e la superficialità. Le scuse per i deboli di stomaco sono d’obbligo.

Bisogna cliccare sulla foto e ingrandirla a pieno schermo per comprendere cosa può succedere a chi rischia di far esplodere botti proibiti. Questa immagine, autentica, scattata dal dottor Andrea Atzei, chirurgo della mano, polso e gomito del Policlinico “G.B. Rossi” di Verona, è più efficace di qualsiasi avvertimento riguardo ai danni gravi e spesso irreversibili che certi ordigni possono provocare.
Il bilancio del 1° Gennaio di ogni anno è sempre indicativo: il numero di morti e feriti per le follie della notte del Capodanno indicano la civiltà e la maturità di un popolo. Non è solo una questione di botti illegali ma anche di uso di armi da fuoco, eccessi di alcool e droghe, e pure di fuochi inesplosi del giorno dopo.
Si può festeggiare e far baldoria restando presenti a sé stessi. Non è perbenismo e moralismo ma realtà che sembra non interessare nessuno, finché qualcuno in famiglia non ci rimette un arto, la vista o addirittura la vita.
Buon Capodanno a tutti!

Alcuni semplici consigli non si dovrebbero mai dimenticare:

  • In caso di esplosione di botti sicuri, rimanere almeno a 100 metri dalla sede in cui vengono fatti esplodere i petardi, preferibilmente al riparo;
  • Evitate assolutamente di raccogliere i frammenti del petardo esploso o peggio i petardi inesplosi: i frammenti possono essere ancora caldi tanto da ustionarvi e i petardi  “inesplosi” possono “rianimarsi “all’improvviso ed esplodervi nelle mani;
  • Evitate di affidare ai bimbi più piccoli le cosiddette “stelline  luccicanti”: circa il 10% dei danni da fuochi d’artificio sono provocate da queste “stelline”, in  particolare nei  bimbi di età inferiore ai 5 anni.
Annunci

22 thoughts on “Usa la testa, non le mani. Non trasformare la festa in tragedia!

  1. Gli incidenti con i botti succedono un po ovunque, purtroppo.
    Il vero problema sono i “proiettili vaganti”, ovvero gli imbecilli che festeggiano sparando con le pistole.

    L’anno scorso ci andò di mezzo un Torinese, salvatosi miracolosamente (e meno male!).

  2. Bravo Angelo, la foto è scioccante. Bando al falso moralismo di filmati e immagini ributtanti che disturbano i benpensanti. Se queste possono servire a ridurre certi non edificanti fenomeni, che ben appaino.

  3. Ottimo, Angelo, ben fatto.
    Io obbligherei tutti i feriti da petardi al totale pagamento delle spese mediche (ambulanza, ospedale, medicine) così come a tutti gli infortunati da incidente stradale per mancato utilizzo della cintura di sicurezza e del casco motociclistico.
    Agli imbecilli bisogna toccare la tasca per trarne risultato!

  4. a me mi danno i nervi i botti tutti pure i pirotecnici pensando che costano ( un botto) io domani faro quello che faccio sempre con le napoletane chiuse ogni tanto do un grido mangiateveli i soldi domani non tenete nemmeno i soldi della bombola per cucinare ………. sono un po patetico ma io odio i rumori forti fatti dai impotenti che si vogliono far notare questo e per me sono i botti e chi li spara ( buon anno a tutti e che napoli migliori e possa essere da esempio sempre di piu nel meglio

    • Eh ce ne fossero di “patetici” come te…soprattuto a Napoli, ma purtroppo in tutto il mondo….perché non é questione di “dove” una persona provenga… ma che tipo di persona ella sia… E piu’ viaggio (adesso mi trovo in sudamerica -e qui ce ne sono di matti , ma direi piuttosto “incivili”) e piu’ mi rendo conto di cio’. Cambiano le percentuali (di imbecilli e incidenti, ma il risultato no!) Bisognerebbe allearsi tutti, persone con un po’ di spirito civile e buon senso e fondare una nuova comunita’ dove non importino razza,colori, credi religiosi e politici ma solo SALE NELLA ZUCCA! Auguri! E auguri ad Angelo.

  5. Pingback: TeleradioNews ♥ non solo notizie da caiazzo & dintorni » Usa la testa e non le mani! Non sparare a Capodanno! IMMAGINE CHOC SCONSIGLIATA AI MINORI

  6. Pingback: Usa la testa, non le mani: non sparare! | flipout4ms

  7. io questo capodanno microfono la batteria dentro casa e dopo il brindidi a mezzanotte mi faccio un quarto d’ora di sessione di registrazione a volumi inimmaginabili, altro che botte di capodanno…voi non avete idea di cosa sia il rumore…

  8. SPERO CHE X LA NOTTE DI CAPODANNO NON CI SONO I SOLITI INFORTUNI ,PERCHE PORTANO DISASTRI IN FAMIGLIA X QUELLA SERA ,E PERCHE’ A VOLTE ALLA MORTE DELLE PERSONE CHE NON C’ENTRANO ,SPECIE DI PASSAGGIO ,,QUELLO CHE SPERO CHE SIA + TRANQUILLO

  9. Pingback: Usa la testa, non le mani. Non sparare! | il blog di Angelo Forgione – V.A.N.T.O.

  10. Io da musicista di questi eventi vi dico che spesso non si pensa a chi che potrebbe accadere durante l’uso dei petardi. Mi ricordo tanti anni fa che un signore mentre portava la famiglia ad un ristorante per la cena salto’ in aria con la macchina in quanto lui fumatore e nel baule della sua vettura aveva un bel carico di petardi .inoltre la macchina era con l’impianto a gas. Quindi pensate un po voi.
    Io penso e spero voi siate d’accordo con me che per dire Buon Anno basta anche solo uno Sguardo.
    E comunque a volte ci sono persone incivili che non hanno rispetto ne per i vicini e ne per gli animali che in una notte cosi ne soffrono tanto.
    Un po di civiltà per tutti

  11. Io vivo a Hong Kong e’ qui COMPLETAMENTE vietato sparare alcunche’. Ci sono i fuochi d’artificio ufficiali e stop. Se vuoi, puoi al massimo usare le stelline luminose (cosi non fai nemmeno rumore).

  12. Pingback: MI RACCOMANDO……. USATE LA TESTA !!!!!! | MAJANO GOSSIP - Patrick Pierre Bortolotti – LA DESTRA

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...