L’arte senza cultura in autostrada

L’arte senza cultura in autostrada

una mostra raffigura Napoli come “informe parassita”

I tantissimi simpatizzanti di V.A.N.T.O. rappresentano i mille occhi del movimento. Un’altra dimostrazione arriva da Giuseppe, un napoletano in viaggio di piacere in Toscana che ci ha inviato queste foto scattate in un’area di servizio “Chef Express”. Si tratta di una mostra itinerante dal nome “Viaggio in Italia” di Giulio Galgani, realizzata in collaborazione con Autostrade per l’Italia e Gruppo Cremonini, allestita nell’ingresso del punto ristoro con opere polimateriche raffiguranti le regioni italiane con precisi significati simbolici spiegati nelle didascalie. Tutte piacevoli tranne una, quella “dedicata” alla Campania, che ha giustamente offeso Giuseppe per l’utilizzo di significati degradanti nonchè offensivi. “Un fondo reticolato blu su cui Napoli si staglia come un’immensa concrezione abusiva, una specie di informe parassita, dove elementi religiosi si affollano e convivono insieme a cozze e vongole”.
Avete letto bene, non è uno scherzo: Napoli incrostazione abusiva, parassita senza forma, sovrapposizione di credenza a vita decerebrata (i mitili). Concetti descrittivi espliciti ed esplicitati che ne nascondono uno subliminale implicito nel raffigurazione visiva: Napoli cancro, una metastasi che corrode la purezza della vita (il mare o il cielo blu).
Se la mostra avesse come tema la denuncia delle mafie, la creazione potrebbe essere apprezzabile. Ma ciò non è, e l’opera fa arte sostituendo alla cultura i luoghi comuni sbattuti in faccia agli automobilisti italiani.
La mostra è patrocinata dal Comune di Firenze, dalla Regione Toscana, dalla provincia di Arezzo e nasce come contributo di creatività alle celebrazioni per i 150 anni d’unità d’Italia in cui è inserita. E meno male! Il nome “Viaggio in Italia”, poi, ci ricorda Goethe e il “Grand Tour”; anzi è proprio quello. “Napoli è un Paradiso, tutti ci vivono in una specie di inebriata dimenticanza di sé…”, scrisse il letterato tedesco nel vero “Viaggio in Italia”.

per contatti:
info@giuliogalgani.com
galgani.giulio@yahoo.it

info@cremonini.com
info@chefexpress.it

Advertisements

10 thoughts on “L’arte senza cultura in autostrada

  1. Purtroppo l’insulto gratuito, pregiudizievole, lanciato con-gli-occhi-chiusi e la bocca-ebete-aperta, aiuta chi non riesce a trovare un motivo di orgoglio per sé a sentirsi meglio, a trovare un capro espiatorio, una (immaginaria) sacca opaca del male con cui confrontarsi e a sentirsi – una volta tanto – migliore…

  2. Io non la chiamerei arte, perché l’arte non ha bisogno di un commento aggiuntivo. Se l’artista fosse stato bravo, come pensa di essere, avrebbe lasciato agli altri il commento. L’arte affascina, stupisce, emoziona, incanta, fa sognare, fa pensare.
    Quel guazzabuglio appiccicoso non dice proprio nulla di tutto questo. Anzi, qualcosa la dice, esprime il basso livello di spiritualità dell’autore. Sicuramente uno che della vita non ha capito niente, uno che giudica la vita tramite il telegiornale.
    Evidentemente, quando ha pensato di fare quella composizione si sarà guardato prima allo specchio e poi gli è venuta l’ispirazione.

    VDC twitter @di_criscito

  3. Spero vivamente che l’intento fosse rappresentare la Camorra, chiamata erroneamente “Napoli”. In caso contrario vorrei proprio sapere chi è l’autore di questa cretinata.

  4. Pingback: Mostra per il 150° in Toscana: Galgani risponde « il blog di Angelo Forgione – Movimento V.A.N.T.O.

  5. Gentilissimi tutti

    da ieri stanno arrivando, nella mailbox dell’ufficio stampa di Giulio Galgani, decine di mail dove vengono inseriti per conoscenza gli indirizzi del comune di firenze, della provincia e della regione, presumiamo in base alla pubblicazione di alcuni indirizzi sul blog di A. Forgione, senza alcuna autorizzazione di sorta e in calce ad un invito di matrice offensiva e aggressiva.

    Le mail, provenienti da mittenti diversi, vengono inoltrate agli stessi indirizzi, facendo chiaramente pensare ad un attacco telematico concordato e in piena regola.

    Ci teniamo ad informarvi che la materia potrebbe essere affare per il garante delle telecomunicazioni, con multe decisamente sostanziose, se decideste di continuare a bombardare le caselle postali delle istituzioni, inserendole in una conversazione non richiesta, non desiderata e che ha tutte le caratteristiche di un bomb mailing illegale.

    Notiamo, con una certa sorpresa, che alcune di queste mail provengono dal Movimento Neoborbonico per il Parlamento delle due sicilie, ovvero una realtà nettamente separatista certamente non in linea con le intenzioni della mostra di Giulio Galgani che si inseriva nelle celebrazioni per i 150 anni dell’unità d’Italia.

    Qualsiasi osservazione vogliate inoltrare a Giulio Galgani, le mail di riferimento sono info@giuliogalgani.com e press@giuliogalgani.com (ufficio stampa)

    le altre mail istituzionali inserite per conoscenza e a catena da un’azione di tipo concertato, e ripetiamo, illegale, siete pregati di rimuoverle fin da ora o ricorreremo ad altre vie

    Cordialmente

    ufficio stampa Giulio Galgani

  6. Gentile Galgani,
    gli indirizzi email delle istituzioni citate (Comune Firenze, Provincia e Regione) NON SONO IN ALCUN MODO CITATE nel blog del sottoscritto, pur essendo account di posta pubblici (non privati) e di facile reperimento nei siti di riferimento.
    Tali indirizzi sono stati semmai girati da Lei nel campo CC, copia per conoscenza, che, suppongo, ha evidentemente generato una reazione a catena con il semplice “rispondi a tutti”.
    Non attribuisca al sottoscritto e ad altri colpe che non ci appartengono.
    Per quanto ci riguarda, dopo l’invio di questa mail, gli account delle istituzioni toscane saranno depennati.

    Altresì, ci tengo a precisare che il Movimento Neoborbonico e il Parlamento delle Due Sicilie, realtà collegate e dal sottoscritto conosciute (ma che sapranno delucidare dal canto loro), NON SONO REALTA’ SEPARATISTE MA CULTURALI, come si evince dallo statuto in cui si legge:
    Il Movimento Neoborbonico non è un movimento politico-elettorale perchè è indispensabile prima una ricostruzione della coscienza storica dei Meridionali;
    non è federalista perchè tutte le forme di federalismo proposte sono funzionali solo agli interessi del Nord;
    non è separatista perchè il Sud ha contribuito in massima parte alla formazione di questa nazione e i conti unitari sono ancora aperti;
    non è monarchico perchè i Borbone sono soprattutto dei simboli della storia e della cultura del Mezzogiorno.

    http://www.neoborbonici.it/portal/index.php?option=com_content&task=view&id=36&Itemid=54

    Continuare ad attaccare senza approfondire la conoscenza dell’interlocutore, così come accaduto nella realizzazione dell’opera contestata, non depone a Suo favore.
    Lei ha il piacere e il privilegio di mostrare delle Sue opere al pubblico. Sappia abbracciare anche la croce di chi gliela getta addosso se non apprezza.

    Cordiali saluti.

    Angelo Forgione
    Movimento V.A.N.T.O.
    (Valorizzazione Autentica Napoletanità a Tutela dell’Orgoglio)

  7. Pingback: Mostra di Giulio Galgani, patrocini fasulli? « il blog di Angelo Forgione – Movimento V.A.N.T.O.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...