Uno schiaffetto al caffè napoletano

Il sito Parallelo Quarantuno ha ripreso la notizia diffusa dal Boston Globe che ha assegnato al caffè fatto a Roma il trofeo come migliore caffè espresso. «Per chi beve caffè andare a Roma è come per un conoscitore della birra andare a Bruxelles o per un amante del vino a Parigi». Così ha detto Matt Viser, reporter politico a Washington, che a Roma c’è stato il 21 aprile. Evidentemente non è mai stato a Napoli, e se c’è stato si è perso qualcosa nella città che il caffè l’ha reinventato con la sua tostatura superiore. Roma? Si accodi pure a Trieste, non solo a Napoli. I giudizi all’ingrosso non hanno mai fatto centro e non è certamente nella capitale che si trova l’optimum. Chiedete ai napoletani a Roma qual è la prima cosa che fanno quando rientrano a Napoli.

Annunci

4 thoughts on “Uno schiaffetto al caffè napoletano

  1. Ciao Angelo, io vivo in Cina e l’anno scorso, rientrando in patria per un mese, ho sostato a Roma per un giorno prima di tornare a Napoli non mi sono nemmeno permesso di ordinare un caffè al bar. Sceso dal treno per Napoli mi sono precipitato nel primo bar per bermi IL CAFFÈ, ti lascio immaginare l’emozione di bere un espresso nella proprio città dopo più di un anno di astinenza…

  2. Ma cosa ne può capire, un americano, di caffè????
    E’ come chiedere ad un macellaio il parere su una operazione di plastica facciale!!!!
    Ma che continuassero a bersi la loro brodaglia!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...