Parte “Eccellenze Campane”

Scommessa per la Campania, ma la sede legale è in Piemonte

Parte “Eccellenze Campane”,  il polo agroalimentare in via Brin dedicato alle eccellenze della Campania, realizzato grazie all’impegno dell’imprenditore Paolo Scudieri, presidente del Gruppo internazionale Adler.
2.000 mq adibiti alla produzione, alla commercializzazione e alla consumazione della produzione di 700 referenze della tradizione culinaria campana, con apertura dalle 7 alle 24. E poi un’aula magna per conferenze e dedicata all’informazione, all’educazione, alla cultura e alla didattica.
La scommessa è interessante. Il payoff fa il verso a “la terra dei fuochi” e recita “la terra del buono”. La Campania, che non teme concorrenza in quanto a eccellenze agroalimentari, combatte anche così “la terza guerra contro il Sud“, l’attacco all’economia locale denunciato dal sostituto procuratore generale della Repubblica Donato Ceglie. L’attività, però, ha legami con Torino; o almeno così si evince dal sito web eccellenzecampane.it, che indica in calce la sede legale della C.F. Italia srl, società specializzata in produzione di resine e gomme flessibili sita a Venaria Reale.

Annunci

3 thoughts on “Parte “Eccellenze Campane”

  1. Purtroppo nessuno ha capito cosa vuol dire “federalismo fiscale”, progetto studiato molto bene per togliere le risorse al Sud con la compiacenza dei nostri politici.
    Le maggiori società hanno varie filiali, stabilimenti, fabbriche, centri commerciali, etc. al Sud ma le sedi legali sono al nord, e le tasse vengono pagate nella regione dove le società hanno la sede legale. Con l’attuazione del federalismo fiscale il Sud risulta un deserto o quasi…alcuni esempi:
    – stabilimenti Fiat a Pomigliano e Melfi: fiscalmente è come se non esistessero perchè la sede è a Torino;
    – sedi operative Telecom: tutti gli operai e impiegati che lavorano al Sud, sempre fiscalmente parlando, è come se non esistessero, perchè la sede legale è a Milano;
    – banche: stesso discorso vale per le migliaia e migliaia di filiali presenti al Sud, fiscalmente non esistono.
    L’elenco è lunghissimo, per non dilungarmi posso concludere dicendo che, con il federalismo fiscale, risulta che solo il nord è produttivo e paga le tasse, al Sud nessuno lavora e viene mantenuto grazie alla beneficenza che ci fanno.

  2. Il vecchio detto “cambiano i musicanti ma la musica è sempre la stessa” non sbaglia mai. Il vecchio regno sabaudo era abituato a rubare e, con l’unità d’Italia ha insegnato anche agli altri come si faceva. Sempre tutto al Nord e la carità al Sud. Non per niente lì ci sono i soldi e qui la “Terra dei Fuochi” ed il porto di “Gioia Tauro” per gli scarti radioattivi (di altri Paesi o continua ad ospitare ciò che alla Terra dei Fuochi non arriva più?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...